SOSTENIBILITA': ANCHE COL CICLO LE DONNE SONO SONO SENSIBILI ALLA SALUTE DEL PIANETA

ACQUA, QUEL BENE PREZIOSO

Sappiamo che noi donne, rispetto agli uomini, abbiamo una sensibilità in più verso all’ecosostenibilità. Partiamo, ad esempio, da quel bene prezioso che è l’acqua: quanta ne consumiamo in bagno? Cominciamo a chiudere i rubinetti quando ci laviamo i denti, oppure, anziché fare il bagno, optiamo per delle docce. E che dire dello sciacquone delle toilette? Gli studi dimostrano che la quantità di acqua che scarichiamo dallo sciacquone del water è pari al 30% di quella totale utilizzata in casa. Non diamola, dunque, per scontata.

LIMITIAMO L’UTILIZZO DELLA PLASTICA ANCHE IN BAGNO

Per non parlare della plastica. Cerchiamo di acquistare più prodotti ecologici per il nostro bagno. Sono numerosi i negozi che offrono prodotti biologici certificati. Dallo spazzolino da denti di bambù, purché sia bambù e non spacciati tali, alla carta igienica, alla cura della pelle naturale, agli asciugamani di cotone biologico prodotti localmente: basta scegliere bene e noi donne sappiamo farlo.

LA SOLUZIONE ECOLOGICA PER LE DONNE MESTRUATE

Già, ma quando abbiamo le mestruazioni, non c’è pianeta che tenga: dobbiamo superare quei fastidiosi giorni del ciclo, il più pulite possibili e senza disagi. Eppure, sappiate che la gestione delle mestruazioni può diventare ecologica. Come? Avrete di certo sentito parlare delle coppette mestruali. Sono molti gli studi scientifici stanno confermando l'aspetto eco-sostenibili delle coppette mestruali, una scelta che fidelizza il 70% di quante le hanno provate perché la più ecologica, sostenibile ed economica.

LE COPPETTE MESTRUALI, SICURE E CONSIGLIATE

Ad esempio, Intimina, la linea completa di prodotti a marchio svedese per il benessere intimo delle donne, produce coppette mestruali compatte in silicone medicale, invitando alla prova con uno sconto del 20% per i prossimi 3 mesi (intimina.com dal 10 al 12 aprile e dal 22 al 31 maggio). E non temete, perché ogni prodotto è realizzato con materiali di alta qualità sicuri per il corpo ed è stato progettato e testato con il supporto di un gruppo mondiale di consulenti medici e ginecologi. 

 “Come suggerisce il nome, le coppette mestruali sono dei piccoli contenitori a forma di campana, che si inseriscono nel canale vaginale e che servono a raccogliere - spiega Manuela FARRIS, ginecologa e Consigliere della Società italiana di Contraccezione - Si ripiegano per essere inserite e sul fondo hanno una parte allungata per essere facilmente afferrate. Raccogliere dunque e non assorbire”. Si tratta di una scelta “femminile” più ecologicamente ed economicamente valida che in altri Paesi, come ad esempio in Inghilterra dove i college possono ordinare anche le coppette mestruali, servendosi di un budget stabilito dal governo. Un’idea geniale.1) https://www.thelancet.com/journals/lanpub/article/PIIS2468-2667(19)30111-2/fulltext#seccestitle130