SALUTE: Il freddo della cryosauna ti fa bella e ti rimette in salute.

 

Non è di certo una novità che il freddo sia terapeutico. Anche se ha dell’incredibile, Sebastian Kneipp, guarì dalla tubercolosi immergendosi nelle acque gelate del Danubio. Oggi la terapia del freddo, grazie al cielo, si è evoluta: non ci si butta più nei fiumi o nei torrenti di montagna, ma si sfruttano le basse temperature, ma basse davvero, all’interno delle cosiddette Criosaune. Finalmente, anche in Italia, dopo aver spopolato in America e in altri Paesi europei, è stato inaugurato il primo centro di terapia del freddo, CRYO MILANO. Un concept nuovo, studiato per il benessere che, a San Donato Milanese, nella piazzetta di Via Strasburgo presso il quartiere delle Torri Lombarde, sta richiamando l’attenzione non solo di campioni del calcio e dello sport in generale, ma anche di modelle e di persone dello spettacolo.  Qualche nome? Avete presente la bella Martina Colombari? E la sua dolce metà, il mitico Costacurta? Di recente anche Bianca Atzei ha provato la criosauna di Cryo Milano. In effetti, sono numerosi gli sportivi che si sottopongono a questo trattamento per ridurre i dolori, le infiammazioni muscolari e, nel contempo, per eliminare le tossine e favorire la circolazione; utilizzata come trattamento anche dalle persone che hanno necessità di ridurre i gonfiori alle gambe, di contrastare la cellulite e di trattare manifestazioni di psoriasi, di eczema e chi più ne ha più ne metta, la crioterapia è diventata un must. Ma in cosa consiste? Qual è il segreto di questo trattamento? La criosauna aiuta stimolando il recupero fisico, scioglie i muscoli tesi, ma è anche un valido supporto al dimagrimento. Inoltre, regola il sistema ormonale a coloro che ne hanno bisogno, come ad esempio alle donne nel periodo della menopausa o in fase adolescenziale, migliora il sonno e stimola il sistema psichico. Interessante, vero? Un trattamento efficace, anche per migliorare l’umore. Come funziona? La seduta è rapida, indolore ed efficace. Pensate che è sufficiente indossare un costume da bagno o in alternativa intimo. Come previsto dal "protocollo Baranov", è possibile accedere alla criosauna quando all’interno dell’abitacolo, non completamente chiuso, viene raggiunta la temperatura di - 120°. Oddio e poi? Non spaventatevi perché il freddo percepito all’interno del macchinario è facilmente tollerabile in quanto secco e privo di umidità.  Durante la seduta, inoltre, Tania,  responsabile del Centro e la collega Catalina forniranno assistenza fino al termine della sessione. Bastano 3 minuti, dopodiché è possibile rivestirsi e ritornare alla propria quotidianità, con una dose di ossigeno in più che raggiunge aree del corpo che necessitano di revitalizzazione.  Si potrebbe optare, sempre nel medesimo centro sandonatese, per la criolocalizzata. Ossia? Anche questa è una procedura semplice e indolore che prevede l'utilizzo di un dispositivo che vaporizza una nuvola fredda su aree circoscritte del corpo.  Tutti possono accedere al trattamento perché piacevole e senza controindicazioni. Le basse temperature che raggiungono -162° circa, apportano numerosi benefici, anche in questo caso, per il recupero fisico, riduzione del gonfiore, dei processi infiammatori, di ematomi, garantendo un rapido rientro all'attività sportiva grazie al potere di ridurre il tempo di recupero post trauma. I trattamenti localizzati sono ideali abbinati alla criosauna per un recupero fisico post trauma o post operatorio più rapido. Ma veniamo a noi, care signore; perché, di certo ,avrete sentito parlare della cryofacial. Ebbene, basandosi sullo stesso principio, attraverso il dispositivo è possibile vaporizzare aria criogenicamente raffreddata su viso e décolleté. E io l’ho provata, con grande soddisfazione: l’effetto liftante è stato subito visibile. Come è possibile? Le basse temperature stimolano la circolazione del sangue apportando numerosi benefici tra cui l’aumento della produzione di collagene, la riduzione dei pori dilatati e dei punti neri, l’attenuazione delle macchie solari e una maggiore tonicità dei tessuti. Certo, una seduta non è sufficiente, ma se è vero che “il buongiorno si vede dal mattino”, prevedo una serie di appuntamenti da inserire in agenda. Del resto, la cryofacial è famosa perché previene la formazione delle rughe ed è l’alleato perfetto per una pelle più luminosa. Basta davvero poco tempo per ristabilire il naturale equilibrio del tuo corpo proprio come fanno i professionisti dello sport tutti i giorni e i VIP, stranieri, ma ora anche italiani

Sui social @CryoMilano! Stay #ForeverYoung

Per info e prenotazioni 339 – 7218544 (anche via WhatsApp)