INCONTINENZA MASCHILE: Non imbarazzatevi, correte ai ripari

E’ vero, è un argomento che genera imbarazzo, ma vale davvero la pena approfondirlo perché il tema dell’incontinenza, soprattutto quella maschile, non deve essere un tabu. Sappiate, infatti, cari uomini che anche voi siete diretti interessati: infatti, ben 5 milioni di persone, in Italia, vivono con l’incontinenza e, se 3,5 milioni sono rappresentati da donne, il restante milione e mezzo è di sesso maschile. Non avvilitevi, specialmente quando scoprirete che il 35% degli uomini oltre i 40 anni ha problemi alle vie urinarie e ben 1 uomo su 4 ha avuto episodi di perdite urinarie nella sua vita con tutte le ripercussioni che questo disagio può determinare nella loro vita quotidiana. “Sarà colpa del freddo, dei troppi caffè bevuti o del bicchiere di prosecco appena finito.” Signori miei, non accampiamo scuse e cerchiamo di essere sinceri con noi stessi. Non c’è nulla di male, soprattutto perché l’incontinenza non è un ostacolo invalicabile. Certo, si tratta di una patologia che crea un disagio importante, ma si deve sapere che, con i giusti accorgimenti, come ad esempio, prodotti specifici, esercizi di riabilitazione del pavimento pelvico, attenzione all’alimentazione e al proprio stile di vita, l’incontinenza si può gestire brillantemente, senza dover rinunciare al proprio stile di vita. Secondo un’indagine Doxa-TENA, gli italiani dichiarano di voler ritrovare il controllo e sentirsi di nuovo padroni di se stessi (84%), di non vedere l’ora di non doversi più vergognare di fronte agli altri (79%) e di voler riacquistare la propria vita sociale e intima (rispettivamente 64% e 56. I fattori scatenanti sono tanti, così come le tipologie e le cause di incontinenza maschile. È, quindi, importante riuscire ad individuare insieme al paziente il percorso di cure, i presidi specifici e gli esercizi di riabilitazione. Quanto sappiamo sull’incontinenza urinaria? Cos’è e in cosa consiste? Quando e perché si manifesta? Esistono differenze di genere? Andrea Militello, urologo responsabile del servizio di Urodinamica presso la Casa di Cura Villa Immacolata di Viterbo, definisce l’incontinenza urinaria come l’incapacità di controllare e trattenere l’urina che può manifestarsi con gravità e intensità variabili: da piccole gocce o perdite minime, sino alla perdita completa del contenuto vescicale. Sapevate che esistevano diverse tipologie di incontinenza maschile? Avete mai sentito parlare di vescica iperattiva? Sicuramente conoscerete l’incontinenza da sforzo che si verifica solitamente a seguito di un colpo di tosse, uno starnuto, una risata o quando si solleva un peso. Nonostante abbiate “aspettato e scosso” può verificarsi il gocciolamento. Non ne ho mai sentito parlare, ma esiste anche l’Incontinenza da rigurgito che consiste nel flusso costante o intermittente di urina. Qual è la causa dell’incontinenza? Sicuramente può essere dovuta ad un problema di malfunzionamento della vescica, dell’uretra o di entrambe causato da operazioni chirurgiche come interventi sull’uretra o sul collo della vescica e alla prostata, ma anche a Iperattività vescicale.  Non dimentichiamo che anche il sovrappeso, sia nell’uomo, sia nella donna, provocando il cedimento del pavimento pelvico, è tra le cause dell’insorgere di perdite urinarie, come molte malattie neurologiche, sia del sistema nervoso centrale che periferico, possono comportare una alterazione dei meccanismi di regolazione del funzionamento vescico-uretrale. Impietoso, anche l’avanzare dell’età induce problemi di perdita urinarie. Non preoccupatevi: a ognuno il suo. Tena aiuta questi uomini a mantenere il controllo delle perdite grazie ad un’intera gamma di protezioni appositamente progettate sull’anatomia maschile per rispondere alle diverse esigenze quotidiane. Forse non ci avrete fatto caso, ma sul mercato, nelle farmacie e nelle parafarmacie esiste la gamma TENA Men che si articola in categorie di protezioni specifiche create per rispondere alle diverse esigenze, per differenti livelli di perdite urinarie. L’ultimo ritrovato, TENA Men Premium Fit, è la nuova mutandina assorbente specificatamente studiata per l’anatomia maschile e per offrire una protezione elevata e discreta per perdite pesanti. Con il suo design maschile a righe simile alla biancheria intima e il suo tessuto elasticizzato e traspirante come il cotone il prodotto offre elevata vestibilità e praticità per una protezione diurna e notturna, garantendo una sensazione di asciutto e igiene durature.