CUCINA: Se tra i tuoi ospiti c'è una vegana: Di Biase consiglia.

Ci risiamo, mio cognato si è rifidanzato e spero per lui che sia la volta buona. A Santo Stefano Claudio e Deborah saranno miei ospiti. Mi piace allestire pranzi, ma in questo caso sono in difficoltà perché Deborah è vegana. Di solito, a Natale, preparo brodo di cappone dove cuocio dei passatelli, preparo vitello tonnato, arrosto, mangio insalata russa; insomma, non sono mai andata alla ricerca di alternative vegane ai classici piatti natalizi. E attenzione, perché i vegani non mangiano nemmeno le uova. Addio panettone, baci di commiato al pandoro, saluti alla crema al mascarpone: ma che Natale sarà senza tutte queste buone cose da mangiare? Ma soprattutto, cosa posso preparare per Deborah? Nulla avviene per caso e ho avuto la fortuna di conoscere lo Chef Emanuele Di Biase che, proponendomi alcune della sue ricette interessanti, mi ha fatto comprendere che si può vivere il Natale all’insegna del gusto e, nel contempo, rispettando la vita di tutti, anche quella degli animali. Non occorre, infatti, rinunciare ai sapori della tradizione. Così dice Di Biase, Master Vegan Chef di grande livello e Direttore della Veganok Academy che mi ha sottoposto le ricette della lasagna, dei ravioli, delle polpette, ovviamente rigorosamente vegan e che potrei accompagnare al pane alle noci; e come dolce? Et voilà, la bavarese al pistacchio con glassa al cioccolato. Deborah, preparati a un gran menu natalizio perché quest’anno, anche a tavola, condivideremo le tue scelte